Gratitudine

Un giorno una suora, missionaria e medico, curò dei bimbi con una semplice medicina. Giunsero presto da lontano delle donne con i loro figli malati, chiedendo della suora “che fa i miracoli”. Riuscì a stento a far desistere quella folla di madri dal chiamarla così. Forse noi sorridiamo davanti a questa ingenua ignoranza. Il miracolo infatti l’aveva compiuto la chimica, non la suora. Eppure non è un miracolo che ci siano donne così nelle foreste dimenticate della terra? A noi, figli di un mondo in cui tutto è dovuto, manca la capacità di due grazie. E poi, meglio essere ingenuo e riconoscente che saccente e ingrato.

At 14,8-18 http://www.lachiesa.it/bibbia.php?ricerca=citazione&mobile=&Citazione=at+14%2C+8-18&Cerca=Cerca&Versione_CEI2008=3&VersettoOn=1