Se fossi

Forse questo intendeva, quando ci insegnò a dire dacci oggi il nostro pane quotidiano. Lo prese da questa pagina dei Proverbi: dammi quello che è necessario per vivere, senza farmi né ricco né povero. Se fossi ricco potrei pensare di non aver bisogno di te, se fossi povero potrei rubare. Potremmo aggiungere: se fossi ricco potrei dimenticare i poveri, se fossi povero potrei voler diventare ricco e dimenticherei me stesso.

Pro 30,5-9 http://www.lachiesa.it/bibbia.php?ricerca=citazione&mobile=&Citazione=Pr+30%2C5-9&Cerca=Cerca&Versione_TILC=2&VersettoOn=1

https://lalocandadellaparola.com/youtube-locanda/

Prendi e leggi

A volte il vangelo è davvero troppo. Troppo amore, troppo avanti. Prima di seminare la diretta parola di Gesù, abbiamo bisogno di essere dissodàti come un terreno buono ma sassoso, indurito dal calpestìo della vita. Allora prendiamola in mano senza paura, questa Bibbia impolverata sullo scaffale, apriamola al libro di oggi, il libro dei Proverbi. Iniziamo a leggerlo, qualche versetto ogni giorno. Quanta umana e laica saggezza! Lasciamolo scorrere dentro di noi come un corso d’acqua, lasciamoci dirigere dove lui vuole. https://lalocandadellaparola.com/youtube-locanda/

http://www.lachiesa.it/bibbia.php?ricerca=citazione&mobile=&Citazione=Pr+21%2C1-6.10-13&Cerca=Cerca&Versione_CEI2008=3&VersettoOn=1

Un uomo

Non lo scambiò per un omino segnavia, per lui era un uomo. Non lo giudicò nemmeno con uno sguardo tanto da farlo impietrire. Lo chiamò per nome: Matteo, seguimi. Non gli importava da quanti anni fosse al banco delle imposte, ma che iniziasse a seguirlo. Anni dopo, lo stesso Matteo avrebbe raccontato la parabola degli operai dell’ultima ora: https://youtu.be/31NfzCfLGuo

San Matteo http://www.lachiesa.it/bibbia.php?ricerca=citazione&mobile=&Citazione=Mt+9%2C9-13&Cerca=Cerca&Versione_CEI2008=3&VersettoOn=1

Stuzzichino?

A noi scegliere che terreno essere, cosa farne di questa Parola di Dio che ci viene seminata in cuore, “cucinata” in ogni modo, per tutti i gusti. Se gli evangelisti hanno trovato il tempo di scrivere, non troveremo noi il tempo di leggere? Se gli odierni evangelizzatori trovano energie per spiegare, non ne troveremo noi per ascoltare? Il Vangelo è per me cibo o aperitivo, pane o stuzzichino? È una ‘cosa carina’ o una realtà vitale?

Lc 8,4-15 http://www.lachiesa.it/bibbia.php?ricerca=citazione&mobile=&Citazione=Lc+8%2C4-15&Cerca=Cerca&Versione_CEI2008=3&VersettoOn=1

Quando?

Tre versetti, tre soli versetti, che dicono tutto, tutto quanto abbiamo ancora da fare e che lui aveva già fatto. Le donne facevano parte del gruppo dei discepoli; erano legate a lui in modo personale, perché da lui avevano ricevuto salvezza, guarigione e amore. Lui le aveva capite e liberate. Ricambiavano seguendolo, trovavano in lui la via di riscatto in una società maschilista, dove la donna non contava nulla. Avevano perfino raggiunto autonomia finanziaria e disponevano che i loro beni servissero all’evangelizzazione. Duemila anni fa erano duemila anni avanti a noi.

Lc 8,1-3 http://www.lachiesa.it/bibbia.php?ricerca=citazione&mobile=&Citazione=Lc+8%2C1-3&Cerca=Cerca&Versione_CEI2008=3&VersettoOn=1

Solo storielle?

Che contrasto. Simone vorrebbe mettere in guardia Gesù: non farti toccare (anche tu!) da questa peccatrice. Gesù sposta il discorso e risponde con un esempio che non riguarda affatto né corpo né sesso, ma il denaro: l’assillo del bisognoso, l’umiliazione del debitore, la bontà del condono. Sì certo, erano solo esempi, i suoi, solo storielle. O forse no. Simone il fariseo, di certo non aveva mai pagato una prostituta. Ma la spesa a un povero l’aveva mai fatta? https://lalocandadellaparola.com/last-minute-help/

Lc 7,36-50 http://www.lachiesa.it/bibbia.php?ricerca=citazione&mobile=&Citazione=Lc+7%2C36-50&Cerca=Cerca&Versione_CEI2008=3&VersettoOn=1

Lo specchio

Nulla ha scampo, tutto perde senso se manca l’amore. Intelligenza, parola, persino l’elemosina, senza amore è nulla. E com’è chi ama? È paziente e generoso; non è invidioso né orgoglioso. Chi ama è rispettoso, dimentica i torti e non gode dell’ingiustizia. È sempre comprensivo, fiducioso, sempre aperto alla speranza. Ecco lo specchio in cui osservare il nostro volto, lo specchio di cui parlavamo nel video domenica https://youtu.be/yENlaMCbj9o

1Cor13 http://www.lachiesa.it/bibbia.php?ricerca=citazione&mobile=&Citazione=1Cor+12%2C31-13%2C13&Cerca=Cerca&Versione_TILC=2&VersettoOn=1

Ecco tuo figlio

C’è chi ci carica dei suoi pesi, e chi ci dà esempio per portare i nostri. C’è chi si lamenta di un soffio di vento, c’è chi sorride con l’ossigeno al naso. C’è chi ancora ha da imparare tutto, e chi dalla croce ci insegna la vita. Noi abbiamo incontrato Carmelo, e ora sappiamo che è possibile essere così. Essere così giovani, ed essere così adulti. Essere degli alunni ed insegnare a tutti. Essere così malati, ed essere così sani. Essere stranieri, e fare famiglia con molti. Essere così morti, ma essere tanto vivi e, con un filo di voce, dire, “Dio mi ha guarito per sempre; sono completamente sanato nel nome di Gesù”.

Festa della madre Addolorata http://www.lachiesa.it/bibbia.php?ricerca=citazione&mobile=&Citazione=Gv+19%2C25-27&Cerca=Cerca&Versione_CEI2008=3&VersettoOn=1

Carmelo, nostro alunno al Ciofs-fp Pavia, è entrato nella Vita piena, dopo una vita di malattia e di amore nella sua splendida famiglia di cui, un po’, siamo divenuti parte.

Stile

Pensare come te e agire come te. Divenire capaci di amare fino all’ultimo respiro. La regina Elena – dice S. Ambrogio – fece inserire i chiodi della tua croce nella corona e nel morso del cavallo di suo figlio, l’imperatore Costantino. Chissà se funzionò… E chissà se a noi serviranno le mille possibilità che ogni giorno abbiamo. Basta appoggiare un dito sul telefono e inviamo denaro a un bisognoso, leggiamo un testo, ascoltiamo una parola. E allora la croce che portiamo al collo diventa uno stile di vita. https://youtu.be/yENlaMCbj9o

Festa della Santa Croce http://www.lachiesa.it/bibbia.php?ricerca=citazione&mobile=&Citazione=Gv+3%2C13-17&Cerca=Cerca&Versione_CEI2008=3&VersettoOn=1