Principessa

Mentre tutte le ragazzine giocavano alla principessa, lei lo era davvero. Che fortuna vivere a corte, con un re disposto a darti qualsiasi cosa! Che sfortuna avere una madre che ti usa per far vendetta. Avrebbe potuto chiedere di viaggiare ai confini del regno, conoscendo re e principi, e invece chiese su un vassoio la testa di Giovanni. E noi, ai nostri figli nati in quella minuscola parte di mondo dove si può tutto, cosa consigliamo? Cosa insegniamo loro a desiderare?

Mt 14,1-12 http://www.lachiesa.it/bibbia.php?ricerca=citazione&mobile=&Citazione=Mt+14%2C1-12&Cerca=Cerca&Versione_CEI2008=3&VersettoOn=1

La sua patria

La terra patria, la terra dei padri. Impossibile non avere un legame d’affetto coi luoghi in cui la nostra incarnazione ha avuto inizio. Venne nella sua patria – sta scritto – e insegnava nella “loro” sinagoga. La terra dei primi passi la sentiva sempre sua. La sinagoga invece era ormai soltanto loro. Lui era cambiato, come era cambiato il suo modo di pregare, di vedere l’umanità, di sentire Dio. Ora lo chiamava Padre, e il Tempio non bastava più.

Mt 13, 54-58 http://www.lachiesa.it/bibbia.php?ricerca=citazione&mobile=&Citazione=Mt+13%2C54-58&Cerca=Cerca&Versione_CEI2008=3&VersettoOn=1

Avanti

Noi siamo quelli del “mai più”. Tu sei quello del “daccapo”. Saresti capace di rialzare un albero caduto, pur di far continuare la vita. “Avanti, avanti – si fa segno all’attore che perde la battuta – inventa, continua”. Riprova di nuovo, fanne un altro, càpita che la creta si guasti, si dice al vasaio che lavora al tornio. Mai scoraggiarsi, sempre rialzarsi, sempre ricominciare.

Ger 18,1-6 http://www.lachiesa.it/bibbia.php?ricerca=citazione&mobile=&Citazione=Ger+18%2C1-6&Cerca=Cerca&Versione_CEI2008=3&VersettoOn=1

Sul vangelo di oggi https://youtu.be/iL9P7kYr2PQ

Per approfondire https://youtu.be/QVMNcolaTMw

Fammi entrare

Verissimo: Dio nessuno l’ha mai visto. Sono gli altri quelli che vediamo. A volte ci fanno entrare nella loro vita e ci sentiamo importanti e amati, altre volte sbarrano la porta. Sono loro, gli altri, a metterci alla prova, perché più brutti sono, più fede ci occorre per continuare a credere all’amore, alla vita. Dio nessuno l’ha mai visto, è me che gli altri vedono.

S.Marta 1Gv4,7-16 http://www.lachiesa.it/bibbia.php?ricerca=citazione&mobile=&Citazione=1Gv+4%2C7-16&Cerca=Cerca&Versione_CEI2008=3&VersettoOn=1

Il campo

Lo diciamo di nuovo. Le parabole vanno lette per intero, lasciandosi coinvolgere dall’emozione che suscitano e dall’insegnamento che offrono, diverso per me e per te. Smontarle in pezzi singoli, con una interpretazione allegorica e rigida, è di per sé snaturarle ma, se l’ha fatto l’evangelista, possiamo farlo anche noi. Compito: rileggi la parabola qui sotto e dai un significato allegorico ad ogni suo elemento. Ad es: il campo è il mondo ma pure il campo è il tuo cuore, la tua giornata, ecc. Buon lavoro!

Mt 13 http://www.lachiesa.it/bibbia.php?ricerca=citazione&mobile=&Citazione=Mt+13%2C24-30.36-43&Cerca=Cerca&Versione_CEI2008=3&VersettoOn=1

https://lalocandadellaparola.com/youtube-locanda/

In terra

Ci tenevi tantissimo che tornassimo coi piedi per terra. Hai sempre descritto il regno dei cieli in modo tale da farci capire che si tratta della dimensione divina della nostra vita, più che di un luogo dove si andrà quando la vita sarà finita. Seme, lievito, perla, rete, tesoro… Il regno di Dio è dentro di noi! Guardiamo il video https://youtu.be/iL9P7kYr2PQ

Mt 13,31-35 http://www.lachiesa.it/bibbia.php?ricerca=citazione&mobile=&Citazione=Mt+13%2C31-35&Cerca=Cerca&Versione_CEI2008=3&VersettoOn=1

Come principi e re

Tra voi non sarà così, dicesti quel giorno, ma tra noi è così eccome. La bellezza della chiesa, infatti, non è esente da usi e abusi di potere, di personaggi che, come governanti, dominano e opprimono le coscienze e le vite di chi ha la sola colpa di voler seguire Gesù. Sappiamo tutti di Papi come re, vescovi principi, parroci sindaci, badesse che fan tremar novizie come serve. Perdonaci Gesù e aiutaci. Manda pure tarme a divorare le vesti di chi deve imparare a vestire come tutti, a sgobbare per gli altri sotto il cielo, come facevi tu.

S.Giacomo apostolo http://www.lachiesa.it/bibbia.php?ricerca=citazione&mobile=&Citazione=Mt+20%2C20-28&Cerca=Cerca&Versione_CEI2008=3&VersettoOn=1

Non sempre, non tutti

“Semina, semina, qualcosa verrà su”, si sente spesso dire l’evangelizzatore novello da chi si crede più esperto di lui. “Dissòda, dissòda il terreno, prepara la terra, lavorala e, solo dopo, getta il tuo prezioso seme”, ribatte chi conosce l’umanità. Non sempre e non tutti sono pronti ad accogliere la parola del vangelo in modo diretto. Ogni semina, se vuole dare frutto che duri, deve rispettare terreni, stagioni e lune.

Mt 13,18-23 http://www.lachiesa.it/bibbia.php?ricerca=citazione&mobile=&Citazione=Mt+13%2C18-23&Cerca=Cerca&Versione_CEI2008=3&VersettoOn=1

Su questo vangelo https://youtu.be/r73gLsfUlM0

Beati?

Se non è così, ti chiedo scusa. Lascia però che te lo dica, che ti confidi come mi immagino la scena. Non ho mai capito infatti da dove ti venne l’idea di chiamare beati quei poveri per i quali hai sempre dimostrato un gran senso di protezione. Tu la miseria la odiavi, perché dunque osasti dire beati? Ecco, ora lo so. Quel giorno avevi in testa il salmo: Questo povero grida e il Signore lo ascolta, lo salva dalle angosce, lo libera da ogni paura. Si rallegrino i poveri! Mi piace pensare che fosse il vostro mantra, ogni volta che partivate per guarire i malati e sfamare i denutriti. Mi piace pensare che sia il mantra di ogni cristiano, di ogni uomo o, almeno, il mio.

Salmo 34,2-10 http://www.lachiesa.it/bibbia.php?ricerca=citazione&mobile=&Citazione=Sal+34%2C2-10&Cerca=Cerca&Versione_CEI2008=3&VersettoOn=1