Sabato santo

Bisogna proprio recitare il credo, oggi. Continuare a credere con tutte le proprie forze che qualcosa di bello ci attende, anche se siamo davanti a una tomba dove sono state sepolte tutte le nostre speranze; dov’è stato sepolto il nostro Gesù, e non sappiamo che fare.

Venerdì santo

Siamo con te anche oggi, Gesù, in questo venerdì santo dell’umanità abbandonata. Si può sentire l’abbandono solo di chi è sempre con noi. Per questo tu, in croce, gridasti a Dio d’averti abbandonato. Perché egli era stato sempre con te. E a noi manca Dio? Ci manchi tu? Ti manchiamo noi? Sì, ti manchiamo tanto.

http://www.lachiesa.it/bibbia.php?ricerca=citazione&mobile=&Citazione=Mt+27%2C45-61&Cerca=Cerca&Versione_CEI2008=3&VersettoOn=1

Giovedì santo

Siamo con te oggi, Gesù, in questo giovedì santo dell’umanità. Siamo con tutti quelli che ci danno da mangiare e da bere, che ci dissetano con ogni loro energia, con un sorriso, una parola bella, una presenza fedele come te. Siamo con tutti quelli che sono con te, che sono come te, che vivono per te. Ogni giorno, forse nemmeno lo sanno, ripetono e realizzano le tue parole: prendete, questo è il mio corpo, la mia vita per far crescere la vostra vita.

http://www.lachiesa.it/bibbia.php?ricerca=citazione&mobile=&Citazione=Mt+26%2C26-30&Cerca=Cerca&Versione_CEI2008=3&VersettoOn=1

Ogni incontro

Il figlio dell’uomo se ne va, ma non è solo. Sono in molti i figli degli uomini che se ne vanno. Alcuni escono dalla nostra vita perché erano dei semplici passanti, degli incontri occasionali. Altri se ne vanno perché il loro tempo quaggiù è finito, o perché le vicende li separano da noi. Quello che speriamo è che nessuno se ne vada tradito, abbandonato dalla nostra mancanza d’amore. Ogni incontro non sia sprecato.

Mt 26,14-25 http://www.lachiesa.it/bibbia.php?ricerca=citazione&mobile=&Citazione=Mt+26%2C14-25&Cerca=Cerca&Versione_CEI2008=3&VersettoOn=1

Presto nella notte

Mi piace pensare che, chissà, glielo aveva insegnato in quei tre anni vissuti assieme. Gli aveva insegnato a non procrastinare decisioni e azioni. Forse ci avevano spesso scherzato e, alla fine, era diventato il loro motto: quello che vuoi fare, fallo presto. Anche a quella cena, l’ultima insieme, glielo ripeté e lui, Giuda, preso il boccone offerto da Gesù, uscì subito. Ed era notte. Era proprio al buio, Giuda. Ormai non sapeva più nemmeno cosa voleva veramente. Quello che vuoi fare, fallo presto. Facciamo presto tante cose. Ma le vogliamo davvero? E quelle che diciamo di volere, perché le rinviamo?

Martedì santo http://www.lachiesa.it/bibbia.php?ricerca=citazione&mobile=&Citazione=Gv+13%2C21-33.36-38&Cerca=Cerca&Versione_CEI2008=3&VersettoOn=1

Business

Apprezzò moltissimo questo gesto di amore senza limite, questi trecento grammi di puro nardo, assai prezioso, che Maria versò sui suoi piedi. Giuda invece non apprezzò. Semmai prezzò: non si poteva vendere questo profumo per trecento denari e darli ai poveri? Tutti e tutto sempre sottoposti a valutazione, sempre prezzati, a capire se ne valga la pena. Non sempre mi avete con voi, dice Gesù. E se non ti teniamo con noi, nelle nostre decisioni, allora persino l’amore viene messo a bilancio, persino i poveri diventano un business, come per Giuda. Guarda il video

Gv 12,1-11 http://www.lachiesa.it/bibbia.php?ricerca=citazione&mobile=&Citazione=Gv+12%2C1-11&Cerca=Cerca&Versione_CEI2008=3&VersettoOn=1

Settimana santa

Che emozione cominciare la settimana santa, con le chiese che lasciano il viola e si vestono di rosso. Il colore dell’amore e dell’odio che fa scorrere il sangue, il colore della timidezza e della rabbia. Il rosso dell’alba e del tramonto, dell’inizio e della fine. Che emozione, che regalo poterla celebrare, almeno qui da noi in Italia. Buona settimana santa! Guarda e condividi il video

In quel luogo

Sfuggì da quelli che stavano per catturarlo e tornò al di là del Giordano, nel luogo dove Giovanni prima battezzava. Molti andarono da lui, e in quel luogo molti credettero. Dunque la nostra fede può essere segnata anche dalla geografia, da luoghi precisi in cui abbiamo intuìto, capito, scelto. Forse anche per lui era stato così. Ci tornava nei momenti difficili, su quella sponda del Giordano, dove era stato battezzato dallo Spirito, dove si era sentito chiamare figlio amatissimo, dove aveva iniziato a camminare tra la gente con un messaggio in cuore. Iscriviti gratis per ascoltare l’intervista https://collegioborromeo-it.zoom.us/webinar/register/WN_FMBMSJ6ATgCTSfHDZwwn_Q

Gv 10,31-42 http://www.lachiesa.it/bibbia.php?ricerca=citazione&mobile=&Citazione=Gv+10%2C31-42&Cerca=Cerca&Versione_CEI2008=3&VersettoOn=1