Torni dall’ex?

Vi è una sera nell’anno in cui questa bella chiesa del ‘500 si riempie di giovani da non saper più dove metterli. Vengono da lontano, si organizzano, si passano parola. Cantano fino all’alba entusiasti e vorrebbero che non finisse mai. Al sorgere del sole però devono andare e attendere un altro anno per tornare. Perché la festa di Halloween è una sola ed è ciò che erano venuti a festeggiare. La chiesetta è infatti “ex” e il suo attuale nome è “sala polifunzionale” dell’assessorato allo sport e cultura. Quella chiesa vuota sfruttava il terreno da anni e la crudele legge della storia l’ha fatta fruttare in altro modo. Forse là dentro un crocifisso è rimasto e dalla volta guarda giù tutti quei giovani attratti dal gusto del blasfemo, dall’orrido piacere di limonarsi sull’altare. Poi guarda più lontano, guarda noi: “Toglietevi le insegne e fate come loro. Se cambiano le chiese in discoteche, voi trasformate le loro scuole in case, le strade in chiostri, i fastfood in altari. Non preoccupatevi di riempir di giovani i vostri recinti, ma di colmare d’amore autentico i loro cuori vuoti”.

Lc 13,6-9 http://www.lachiesa.it/bibbia.php?ricerca=citazione&mobile=&Citazione=Lc+13%2C6-9&Cerca=Cerca&Versione_CEI2008=3&VersettoOn=1