Che strano!

Non sono in sovrannumero, ma di certo in sovrappeso. Nei refettori dei conventi e nelle sale da pranzo dei prelati – ovunque voi siate – il cibo abbonda sempre e, prima di mangiarselo, risuona la preghiera: “Signore, grazie del cibo. Danne a chi non l’ha”. Chissà com’è andata, fatto sta che, col tempo, si sono invertite le parti. Fu infatti il Signore a dire ai discepoli date da mangiare alla gente e non viceversa. Che stranezze!

da Bali, aeroporto

Mc 6,34-44 http://www.lachiesa.it/bibbia.php?ricerca=citazione&Cerca=Cerca&Versione_CEI2008=3&Versione_CEI74=1&Versione_TILC=2&VersettoOn=1&Citazione=Mc%206,34-44