Figlio diletto

Come il pesce non percepisce l’esistenza dell’acqua ma semmai la sua assenza, così noi con l’aria. Ce ne dimentichiamo, salvo il soffocare in sua mancanza. Lo stesso è con Dio: ci viviamo immersi, ma pochissimi ne sono consapevoli. Gesù invece percepiva in ogni istante questa immersione, questo battesimo. Come un feto che fosse cosciente di nuotare immerso in acqua calda, protetto e nutrito, Gesù godeva del suo essere figlio e non riusciva a chiamare Dio in altro modo che Padre/Madre.

Battesimo di Gesù Lc 3 http://www.lachiesa.it/bibbia.php?ricerca=citazione&mobile=&Citazione=Lc+3%2C15-16.21-22&Cerca=Cerca&Versione_CEI2008=3&VersettoOn=1