Arriviamo

Era orgoglioso di loro, poteva fidarsi. Sapeva che l’avrebbero fatto, che avrebbero saziato gli affamati e fatto ridere chi piangeva. Era certo che avrebbero insegnato ad aprire gli occhi interiori, a passare dal regno della materia a quello di Dio. Era orgoglioso dei suoi discepoli, di quelli che un giorno sarebbero stati chiamati con il nome infame di ‘cristiani’ a causa sua. Per questo osò dire beati i poveri e i tristi. Beati perché stanno per arrivare i miei. Stiamo per arrivare noi.

Lc 6 http://www.lachiesa.it/bibbia.php?ricerca=citazione&mobile=&Citazione=Lc+6%2C17.20-26&Cerca=Cerca&Versione_CEI2008=3&VersettoOn=1