Quei due

Due personaggi convivono in noi. Si odiano profondamente ma non riescono a separarsi. Il tempo li ha assuefatti l’uno alla presenza dell’altro e non potrebbero più immaginare una vita autonoma. Sono diventati complementari nei difetti e negli eccessi. Chi credi di essere?, si dicono in continuazione litigando, ma la risposta non l’hanno. E più ci sentiamo falliti ed incompresi, più forte grida il nostro orgoglio cercando d’affermarsi. Crediamo d’esser chissà chi, perché ci sentiamo tutt’altro.

Gv 8,51-59 http://www.lachiesa.it/bibbia.php?ricerca=citazione&mobile=&Citazione=Gv+8%2C51-59&Cerca=Cerca&Versione_CEI2008=3&VersettoOn=1