Come porte

Lo siamo tutti, ciascuno può dirlo: io sono la porta di me stesso. Abbiamo tutti la possibilità di aprirci e chiuderci, di dire sì o no. Tutti abbiamo provato le conseguenze dolorose degli eccessi di chiusura o apertura, dell’incapacità di porre un freno alle richieste altrui o viceversa di donarsi loro. Alcuni di noi sono come porte scorrevoli, altri porte murate. Equilibrio, misura, ecco cosa occorre. Calibriamoci sulla Porta santa che è il Vangelo.

Gv 10,1-10 http://www.lachiesa.it/bibbia.php?ricerca=citazione&mobile=&Citazione=Gv+10%2C1-10&Cerca=Cerca&Versione_CEI2008=3&VersettoOn=1