Shan e Salomé

DA DILI, TIMOR EST – Degna figlia di sua madre Erodìade. Che poi chiamarla madre è davvero troppo. Shan, 18 anni, la mamma l’ha persa a maggio ma è come fosse ieri. Quando è scesa dal bus mi si è stretto il cuore. Portava il vestito più bello e i sandali della festa. Al collo un fazzoletto nero, segno di lutto. Io ero in ciabatte. Le ho servito del tè per colazione e le ho comperato un dolce ma non è riuscita ad assaggiarlo. A me si è chiuso lo stomaco a vederla piangere mentre bevevo il caffè. Certo, il dolore della morte tocca tutti, ma sono le sue conseguenze a fare la differenza. C’è chi perde un affetto e chi, oltre a quello, perde il sostentamento.

Mc 6,17-29 http://www.lachiesa.it/bibbia.php?ricerca=citazione&mobile=&Citazione=Mc+6%2C17-29&Cerca=Cerca&Versione_CEI2008=3&VersettoOn=1

Nuovo articolo https://www.cittanuova.it/loro-no/