Come l’aria

“Sentivo che stavo morendo, ne ero consapevole. Tutto evaporava, solo due cose restavano. Una, per me che sono credente, era Dio. Avvertivo la presenza del Padre, una presenza che aumentava la mia fede, la mia fiducia. L’altra erano le relazioni: i volti delle persone con cui ho legami forti e importanti, questi volti erano lì. Le relazioni – è il caso di dirlo – sono importanti come l’aria che respiriamo. Tutto il resto evaporava, di tutto il resto non rimane nulla.” (*) Gesù disse: Viene l’ora, anzi è già venuta, in cui mi lascerete solo; ma io non sono solo, perché il padre è con me.

Gv 16,29-33 http://www.lachiesa.it/bibbia.php?ricerca=citazione&mobile=&Citazione=Gv+16%2C29-33&Cerca=Cerca&Versione_CEI2008=3&VersettoOn=1

(*) riporto a memoria un’intervista su Sat2000 a Mons. Derio Olivero, vescovo di Pinerolo, sopravvissuto al Covid-19