Pane nostro

C’è ancora chi sa spendere la sua vita in questo mondo per renderlo più giusto e più bello, e prega così. “Fratelli nostri che vivete nel primo mondo: affinché il suo nome non venga ingiuriato, affinché venga a noi il suo regno, e sia fatta la sua volontà, non solo in cielo, ma anche in terra, rispettate il nostro pane quotidiano, rinunciando, voi, allo sfruttamento quotidiano; non fate di tutto per riscuotere il debito che non abbiamo fatto e che vi stanno pagando i nostri bambini, i nostri affamati, i nostri morti; non cadete più nella tentazione del lucro, del razzismo, della guerra; noi faremo il possibile per non cadere nella tentazione dell’odio e della sottomissione, e liberiamoci, gli uni gli altri, da ogni male. Solo così potremo recitare assieme la preghiera della famiglia che il fratello Gesù ci insegnò. Padre nostro, Madre nostra, che sei in cielo e sei in terra”. (Pedro Casaldaliga)

Guarda https://youtu.be/zKVLW2zk2bM

https://www.avvenire.it/chiesa/pagine/pedro-casaldaliga-muore

Gv 12,24-26 http://www.lachiesa.it/bibbia.php?ricerca=citazione&mobile=&Citazione=Gv+12%2C24-26&Cerca=Cerca&Versione_CEI2008=3&VersettoOn=1