Non è subito

Certo che, per chi vuole, questo testo si presta bene ad un’interpretazione letterale. Il grigio lockdown, questa pestilenza che terrorizza, solleva regno contro regno, nazione contro nazione, pare veramente realizzare i tempi predetti da Gesù. Ma non è subito la fine, aggiunge lui, ed è un gran peccato. Ci eravamo infatti illusi che il primo lockdown ci avrebbe reso tutti più adulti, meno lamentosi, più connessi agli altri. Ci eravamo illusi che fosse finito quel mondo di aperitivi, sprechi e consumi indotti a forza. Ma non è subito la fine del mondo, di quel mondo che vorremmo finisse, per farne nascere uno più giusto, più pulito. Con aria e acqua e terra più puliti. Con cuori più puliti e sensibili al bisogno altrui. https://youtu.be/dDvRM73gVFY

Lc 21,5-11 http://www.lachiesa.it/bibbia.php?ricerca=citazione&mobile=&Citazione=Lc+21%2C5-11&Cerca=Cerca&Versione_CEI2008=3&VersettoOn=1