L’attesa

Forse per caso, ma azzeccarono la sua condanna. Non avrebbe esitato un istante a raggiungere il suo Gesù morendo come lui, come Stefano, come tutti gli altri. Ma fu condannato all’attesa. Morì di vecchiaia, in esilio sull’isola di Patmos. La sua testimonianza oculare riempì le pagine del Vangelo che prese il suo nome. Le sue visioni mistiche formarono l’Apocalisse. Le sue lettere ripetevano incessantemente la sua esperienza: Dio è amore.

S.Giovanni Evangelista http://www.lachiesa.it/bibbia.php?ricerca=citazione&mobile=&Citazione=1Gv+1%2C1-4&Cerca=Cerca&Versione_CEI2008=3&VersettoOn=1