L’angelo e il bambino

Quest’anno nascerà di 36 settimane e ci dovremo accontentare di un Gesù bambino leggermente precoce. L’Annunciazione infatti cade oggi e non il 25 marzo, a causa della Pasqua. Ci fa sorridere un po’ questo calcolo così preciso e ingenuo dell’Annunciazione. Anzitutto perche Gesù non era svizzero ma di molto più giù, e poi perché sappiamo che un bimbo nasce quando lo decide, in barba ai termini. Sappiamo pure, ma non lo ricordiamo mai abbastanza, che non è dato sapere con esattezza matematica il momento del concepimento e che, durante le prime settimane, nessuno sapeva della nostra esistenza. Dato quindi che non abbiamo certezza assoluta del passato, viviamo con più fede il futuro, sapendo che un angelo, al momento opportuno, ci dirà che fare.

Annunciazione del Signore http://www.lachiesa.it/bibbia.php?ricerca=citazione&mobile=&Citazione=Lc+1%2C26-38&Cerca=Cerca&Versione_CEI2008=3&VersettoOn=1

Photo by Jereni, East Timor