Davanti a te

È esattamente questo il problema: abbiamo mangiato e bevuto in tua presenza. Come nulla fosse. Come fossi un nulla. Tu lì a guardare, noi a mangiare e bere. Non ti abbiamo notato, non ci abbiamo fatto caso. Sai com’è, la vita frenetica non ci dà tregua. Ora che ci rimbalzi sul muso le nostre stesse parole – non so di dove siete, mai visti! – e ci chiudi la porta in faccia, ci si aprono gli occhi e ti chiamiamo Signore. Come è stato possibile vivere una vita senza accorgerci di te, della tua fame? Eppure è accaduto e, senza sforzo, ci è scivolata via ogni occasione di bene.

Lc 13,22-30 http://www.lachiesa.it/bibbia.php?ricerca=citazione&mobile=&Citazione=Lc+13%2C22-30&Cerca=Cerca&Versione_CEI2008=3&VersettoOn=1