Perché saranno sfamati

Non si comprende un film da una sola scena, né un libro da una singola pagina, ma ogni pagina è interpretata alla luce delle altre. Lo stesso vale per le parole delle persone. Questo discorso di Gesù – le note “beatitudini” – sembra contraddire il resto del vangelo. Mai Gesù ebbe il cattivo gusto di dare del beato a chi, in pianto, gli chiedeva aiuto. Al contrario, egli si prodigò per vincere ogni povertà, fame, tristezza ed ingiustizia ed insegnò ai suoi a fare altrettanto per ogni bisognoso del mondo, come l’avessero fatto a lui. E forse da qui la sua esclamazione gioiosa, quasi una promessa: beati i poveri, beati gli affamati di ogni fame, perché saranno sfamati dai miei discepoli, dai miei santi.

Tutti i santi Mt 5,1-12 http://www.lachiesa.it/bibbia.php?ricerca=citazione&mobile=&Citazione=Mt+5%2C1-12&Cerca=Cerca&Versione_CEI2008=3&VersettoOn=1

Foto: Benedetto Pietrogrande, Pani e pesci, formella in cotto