Bontà

Qualcuno ce lo ricorda ancora? A quel prete, chiuso in confessionale per interi pomeriggi, ci pensava lui a ricordarlo. Gli si sedeva in fronte, lo fissava con i suoi occhi a palla e ripeteva per interi minuti “Dio è buono! Dio è buono!“. Poi l’omone se ne andava, lasciando il confessore commosso tanto quanto stordito dal terribile odore che mandava. Dicono che la memoria olfattiva sia la più dura a morire. Chissà, forse ancora oggi, ogni volta che incrocia qualcuno non molto profumato, quel prete non pensa ad allontanarsi ma a Dio che è pieno di bontà.

Lc 6,36-38 http://www.lachiesa.it/bibbia.php?ricerca=citazione&mobile=&Citazione=Lc+6%2C36-38&Cerca=Cerca&Versione_TILC=2&VersettoOn=1