Districarsi

Per quanto si sforzi d’essere imparziale e raggiungere tutti allo stesso modo – com’è vero in questi giorni! – la morte ci pare sempre un’ingiustizia che si abbatte solo su di noi. Un castigo feroce di cui cerchiamo la causa. Avrei potuto essere risparmiato? Se tu fossi stato qui, mio fratello non sarebbe morto. Ma non è il momento di cercare i colpevoli o attribuire il male al cielo perchè “Non è il tempo del giudizio di Dio – ha detto bene Francesco – ma del nostro giudizio”. È tempo di decidere se fare come Maria o come Marta, che ripete le parole della sorella ma prosegue: anche ora so che qualunque cosa chiederai, accadrà. Decide per il futuro. La morte, paradossalmente, la fa guardare avanti e in profondità. “È il tempo di scegliere che cosa conta e che cosa passa, di separare ciò che è necessario da ciò che non lo è. È il tempo di reimpostare la rotta della vita“. (Francesco)

V di Quaresima Gv 11,1-45 http://www.lachiesa.it/bibbia.php?ricerca=citazione&mobile=&Citazione=Gv+11%2C1-45&Cerca=Cerca&Versione_CEI2008=3&VersettoOn=1

https://www.vaticannews.va/it/papa/news/2020-03/papa-francesco-omelia-testo-integrale-preghiera-pandemia.html