Cioccolato e ceneri

Quell’anno il suo onomastico coincideva con il mercoledì delle ceneri, ma la bambina non lo sapeva. Come in trionfo, portò a scuola una scatola di cioccolatini. Timida e fiera ad un tempo, li offrì alla suora sorridendo: “Oggi è il mio onomastico!”. Con un gesto sprezzante della mano e una smorfia in viso, quella si girò dall’altra parte e severa ammonì la piccina: “Oggi sono le Ceneri, non lo mangerò mai!”. La bimba se ne andò, letteralmente incenerita, stringendo tra le mani il suo cioccolatino. E Dio disse: Forse il giorno in cui l’uomo mortifica l’uomo, lo vorreste chiamare digiuno? È forse questo il digiuno che voglio?

Isaia 58,1-9 http://www.lachiesa.it/bibbia.php?ricerca=citazione&mobile=&Citazione=Is+58%2C1-9&Cerca=Cerca&Versione_CEI2008=3&VersettoOn=1