La misura del cuore

Va letto tutto d’un fiato, questo inno all’amore disinteressato, e allora ti batte forte il cuore. Ti caricano d’energia queste parole, con cui Gesù ti spinge a dare senza misura: benedizioni, misericordia, cose, denaro. Da’ a chiunque ti chiede. Non esitare, non temere. Sei stato educato a non dare soldi a nessuno, mai, nemmeno una moneta, quasi fosse un peccato più grave dell’ignorare il comando diretto di Gesù: da’ a chiunque ti chiede. Poche storie: è sulla generosità in denaro che si misura la grandezza del cuore. https://lalocandadellaparola.com/last-minute-help/

Lc 6,27-38 http://www.lachiesa.it/bibbia.php?ricerca=citazione&mobile=&Citazione=Lc+6%2C27-38&Cerca=Cerca&Versione_CEI2008=3&VersettoOn=1

Cos’ha chiesto?

“Non preoccuparti mamma, sto lontano, non ti abbraccio”. Che dirà di noi chi leggerà stralci dei nostri dialoghi in tempo di Covid? Per comprendere la risposta, bisognerebbe sempre conoscere la domanda. Ma noi, di Paolo, abbiamo solo le lettere di risposta alle domande dei Corinti o di altri primi cristiani. Chissà dunque a quali difficoltà imminenti si riferiva, forse a persecuzioni in arrivo? Quale problema lo spinse a sconsigliare ai cristiani di formarsi una famiglia? Non lo sappiamo. Ciò che è certo è ciò che scrisse: questo è un mio consiglio, non un comando del Signore e, se ti sposi, non fai peccato. Vorrei solo risparmiarvi difficoltà di vita. Vi è stato poi chi, forse confondendo la lettera con un trattato, ha letto in queste parole una sorta di superiorità della verginità consacrata rispetto al matrimonio. Cosa che né Paolo né Gesù, peraltro entrambi celibi, si sono mai permessi di affermare.

https://lalocandadellaparola.com/youtube-locanda/

1Cor7 http://www.lachiesa.it/bibbia.php?ricerca=citazione&mobile=&Citazione=1Cor+7%2C25-31&Cerca=Cerca&Versione_TILC=2&VersettoOn=1

Natività

O dava i numeri, o dava un segnale. 14 generazioni per 3 volte. Il doppio del numero perfetto, 7, per il numero della pienezza, 3. Il segnale è chiaro: Gesù nacque al momento giusto. Siamo noi quelli del “dopo” ma anche del “tutto subito anzi prima”. Sempre tempo per perder tempo. Sempre occupati per occuparci di altri.

https://lalocandadellaparola.com/youtube-locanda/

Nuova pagina https://lalocandadellaparola.com/last-minute-help/

Natività di Maria http://www.lachiesa.it/bibbia.php?ricerca=citazione&mobile=&Citazione=Mt+1%2C1-23&Cerca=Cerca&Versione_CEI2008=3&VersettoOn=1

La mano destra

Era malato per davvero, quell’uomo, ed era tutta un simbolo la sua malattia. Quella mano destra paralizzata racchiudeva ogni impossibilità di azione, di decisione positiva, di indicazione della direzione da prendere. Ma questi religiosi ci godevano, andavano in panico davanti ad ogni coscienza libera. Si rilassavano solo quando il popolo era ingessato a suon di paure divine. Non è lecito!, era il loro motto. Tendi la mano! – era quello di Gesù – decidi, agisci, sogna.

Guarda e diffondi https://youtu.be/Io350qCUNQE

Lc 6,6-11 http://www.lachiesa.it/bibbia.php?ricerca=citazione&mobile=&Citazione=Lc+6%2C6-11&Cerca=Cerca&Versione_CEI2008=3&VersettoOn=1

Trovare

Capire, capire il perché di una regola per poterla rispettare con più convinzione, ma pure per accorgersi quando perde senso. In tutte le religioni vi sono infatti quelli che scambian la regola per Dio, facendone un assoluto, e quegli altri che, credendosi Dio, la cancellano senza esitare. Sarebbe meglio trovare la giusta misura…

Lc 6,1-5 http://www.lachiesa.it/bibbia.php?ricerca=citazione&mobile=&Citazione=Lc+6%2C1-5&Cerca=Cerca&Versione_CEI2008=3&VersettoOn=1

Cambieranno i modi

Tutto cambia, pur rimanendo se stesso: le case, le macchine, gli abiti, le lingue. Che ne sarebbe di noi, se tutto rimanesse sempre uguale? Vino nuovo in otri nuovi! Anche la stupenda “macchina” della religione non può rimanere ferma e immutata, se vuole ancora viaggiare portando Dio in giro per il mondo. Cambieranno i modi di celebrare, di cantare e predicare, rimanendo il messaggio sempre lo stesso. L’unico giovane Dio da incontrare oggi.

Lc 5,33-39 http://www.lachiesa.it/bibbia.php?ricerca=citazione&mobile=&Citazione=Lc+5%2C33-39&Cerca=Cerca&Versione_CEI2008=3&VersettoOn=1

Non avere paura

Ora lo sappiamo, frequentava te e la tua famiglia da tempo. Forse per questo si permise di salire sulla tua barca, di chiederti di calare le reti in pieno giorno. È proprio un carpentiere, pensasti, e poi dicesti: sulla tua parola calerò le reti. Ma, davanti alla quantità enorme di pesce pescato, ti prese lo stupore: dove questo sta, succedono cose strane, sembra tutto un sogno. Ieri la suocera guarita, oggi le reti piene. Dove sto io, invece, va tutto a rotoli. Allontanati da me, sono un peccatore. Ma lui ti disse semplicemente di non avere paura. Lo diceva sempre a tutti.

Lc 5,1-11 http://www.lachiesa.it/bibbia.php?ricerca=citazione&mobile=&Citazione=Lc+5%2C1-11&Cerca=Cerca&Versione_CEI2008=3&VersettoOn=1

Seguimi https://youtu.be/jEzQO0CHRtc

E lei?

Sappiamo molto di te e di lui. Tra uomini si tende sempre a raccontare del lavoro, della parte pubblica della vita. Pescatore, poi discepolo e apostolo e capo. Sappiamo invece pochissimo di te e di lei, SimonPietro. Come si chiamava tua moglie? Era preoccupata quando partivi con lui? Chissà, forse fu tua suocera a capirti per prima, forse fu da quella febbre guarita che iniziò un cambiamento in tutta la famiglia. E tua cognata, la moglie di Andrea tuo fratello? Nelle vostre capanne, al ritorno dai viaggi con lui, quanti racconti. E questi tuoi occhi che cambiavano col tempo. Sei sempre più bello, ti diceva lei. È per quel maestro, aggiungeva sua madre.

Lc 4,38-44 http://www.lachiesa.it/bibbia.php?ricerca=citazione&mobile=&Citazione=Lc+4%2C38-44&Cerca=Cerca&Versione_CEI2008=3&VersettoOn=1

https://lalocandadellaparola.com/youtube-locanda/

Una cosa sola

Eri tutt’uno con ciò che dicevi. Non c’era spazio tra le tue parole e te stesso, uno spazio che noi colmiamo di finzioni, di maschere, di ruoli che la vita ci chiede di portare, se non vogliamo che diventi più dura. Tu eri una cosa sola con te stesso, verbo fatto carne. Questo significa parlare con autorità.

https://lalocandadellaparola.com/youtube-locanda/

Lc 4,31-37 http://www.lachiesa.it/bibbia.php?ricerca=citazione&mobile=&Citazione=Lc+4%2C31-37&Cerca=Cerca&Versione_CEI2008=3&VersettoOn=1